LAST NEWS

Home » News
15.07.2019

Faizané: esperti nelle gomme

Cos'è una gomma?

Cos’è una gomma?

Dal punto di vista chimico le gomme, così come le plastiche, sono materiali polimerici, ossia sono costituiti da grandi molecole in cui una sequenza di atomi si ripete numerose volte formando delle catene. A differenza dei materiali termoplastici, tuttavia, nelle gomme i polimeri hanno una disposizione nello spazio che consente loro di distendersi sotto l’azione di una sollecitazione esterna, per poi ritornare, a meno che la sollecitazione non sia stata eccessiva, nella posizione originaria.

Proprio questa caratteristica, d’altra parte, è quella che comunemente ci fa pensare alla gomma come ad un unico materiale, mentre, come vedremo, le diverse molecole e anche le mescole che tra esse si possono creare, danno alle varie gomme delle proprietà molto diverse tra loro.

In natura la gomma è presente sotto forma di un polimero dell’isoprene, chiamato caucciù. Per quanto sia ancora piuttosto diffusa la raccolta del poliisoprene naturale, soprattutto da alcuni alberi tropicali, la maggior parte di questo materiale viene ormai prodotto per sintesi di altre sostanze chimiche in modo industriale.

Le proprietà del caucciù, tuttavia, sono ottime dal punto di vista meccanico, con una grande resistenza a taglio, lacerazione e usura, ma questo materiale tende a degradarsi rapidamente, soprattutto se sottoposto a temperature elevate o se è a contatto con oli minerali. Perciò, negli anni, sono stati sintetizzati molti altri polimeri che, pur mantenendo le caratteristiche di elasticità della gomma naturale, hanno proprietà differenti che li rendono adatti ad usi specifici.

Faizané si è specializzata nel trattare le gomme per uso industriale e offre ai propri clienti un catalogo ricco di prodotti e la consulenza di un team di esperti per affrontare tutte le criticità che si presentano nelle applicazioni reali.

 

La gomma SBR, NBR e EPDM

Le gomme SBR, acronimo dall’inglese Styrene Butadiene Rubber, sono delle mescole costituite da due monomeri, lo stirene e il butadiene, che polimerizzano insieme formando un cosiddetto copolimero. Anche se le percentuali relative dei due monomeri possono variare non si supera, solitamente il 23-24% di stirene, per evitare che il risultato sia scarsamente elastico e più simile ad un materiale termoplastico.

La grande diffusione di queste gomme, con cui si producono soprattutto pneumatici e tubi, come quelli presenti nel catalogo Faizané, è dovuta alle loro ottime caratteristiche meccaniche. Un limite, tuttavia, è costituito dalla loro scarsa resistenza chimica al contatto con oli minerali e prodotti petroliferi.

Per ovviare a questo punto debole delle gomme SBR sono state messe a punto delle altre mescole, denominate NBR o gomme nitriliche, in cui lo stirene viene sostituito dall’acrilonitrile. In questo modo, pur mantenendo le buone proprietà fisiche e meccaniche delle gomme SBR, le mescole nitriliche hanno anche una notevole inerzia agli oli minerali e una buona resistenza anche alle benzine.

Entrambi questi tipi di gomme vengono utilizzati, ad esempio, nei tubi in gomma rinforzati in acciaio, dove alle proprietà di impermeabilità e inerzia alle sostanze chimiche della gomma viene associata la resistenza di un rinforzo in treccia di acciaio. Naturalmente, a seconda del tipo di fluido che si intende convogliare occorrerà scegliere la gomma più adatta a resistere al suo contatto.

Tra le gomme più utilizzate in alternativa alle SBR e NBR, ad esempio nelle lastre, nelle guarnizioni, oltre che nei tubi, c’è il terpolimero EPDM (Ethylene-Propylene Diene Monomer) che si realizza dalla copolimerizzazione di tre monomeri: l’etilene, il propilene e un diene, ossia un altro composto caratterizzato da un doppio legame tra gli atomi di carbonio. I dieni utilizzati, che possono essere di diverso tipo, aiutano a realizzare la reticolazione e sono presenti in percentuali, di norma, non superiori al 12%.

L’EPDM è una gomma con una grande resistenza all’ozono e a molti prodotti chimici, ma non agli oli minerali. Una delle sue caratteristiche salienti è quella di poter essere usata in un campo di temperature molto ampio, circa dai -80°C ai 150°C, e di resistere ottimamente agli agenti atmosferici e all’invecchiamento.

Per queste sue caratteristiche l’EPDM è utilizzato spesso nelle guarnizioni, anche in macchinari frigoriferi, e Faizané lo commercializza anche sotto forma di profili estrusi compatti ed espansi e di lastre compatte per vari usi industriali e civili.

Neoprene, Hypalon e Viton

Le industrie che sviluppano i procedimenti tecnologici e chimici per produrre delle gomme di particolare pregio, tendono spesso a registrare un nome commerciale, anche perché la denominazione chimica ufficiale è piuttosto complessa da ricordare e genera confusione tra i non addetti ai lavori.

Per questo, ad esempio, il policloroprene, sintetizzato per la prima volta nel 1930 dai tecnici della DuPont, ha assunto la denominazione commerciale di Neoprene® con cui è universalmente noto.

Dotato di una grande resistenza meccanica e all’invecchiamento oltre che, cosa particolare, all’acqua di mare e alla combustione, viene impiegato per svariati usi e commercializzato da Faizané in tubi, lastre, profili estrusi espansi e compatti e come rivestimento per tessuti gommati.

Il polietilene clorosulfonato, invece, ha assunto il nome commerciale di Hypalon® ed ha molte caratteristiche in comune con il Neoprene®, pur essendo più leggero e per questo motivo tende a sostituirlo in alcuni usi. Nel catalogo Faizané lo troviamo, insieme al Neoprene®, come materiale per profili estrusi compatti, tubi e tessuti gommati.

Il Viton®, infine, è la denominazione commerciale dell’esafluoropropilene un polimero dalle eccezionali proprietà di inerzia chimica, con praticamente tutte le sostanze, ad eccezione di alcali e chetoni. Prodotto in diverse varianti, basate sempre sull’associazione del fluoro al propilene, questo materiale può raggiungere anche temperature molto elevate, arrivando ad essere impiegato in modo continuativo fino a 280°C.

Per queste sue eccezionali proprietà di inerzia chimica e di resistenza alle alte temperature, il Viton® è utilizzato in applicazioni particolari, sia come materiale per tubi e guarnizioni, sia in lastre o come rivestimento per tessuti gommati.

Come abbiamo visto brevemente in questa carrellata su alcune delle gomme presenti nei prodotti Faizané c’è letteralmente una gomma diversa per ogni esigenza industriale e il continuo lavoro di aggiornamento dei nostri tecnici ci permette di trovare per i nostri clienti i migliori prodotti sul mercato e di aiutarvi a scegliere la soluzione migliore per le vostre applicazioni.

 

LAST NEWS

07.11.2019

I componenti antivibranti per l’industria e i trasporti

In numerose applicazioni industriali e nel settore trasporti il problema delle vibrazioni è di estrema importanza: ecco come affrontarlo con Faizanè.
Il problema delle vibrazioni   Quando parliamo di vibrazione intendiamo, in meccanica, un movimento continuativo caratterizzato da una serie di ripetizioni che si verificano ad intervalli di tempo...
14.10.2019

Faizanè per la pneumatica e l’oleodinamica

Pneumatica e oleodinamica: due settori sempre in crescita
L’automazione nei processi industriali, nella logistica e nei trasporti si basa, ormai da decenni, sui sistemi pneumatici e oleodinamici. I primi, estremamente competitivi da un punto di vista...
01.10.2019

Le mescole tecniche di Faizanè

Le mescole tecniche degli elastomeri permettono di produrre componenti performanti in gomma per applicazioni industriali, automotive e impiantistiche.
La varietà dei materiali elastomerici   Come per le plastiche, che in effetti sono loro affini per molti aspetti, anche gli elastomeri, meglio conosciuti come “gomme”, hanno una varietà di...
© FAIZANE' s.p.a.Via Monte Pasubio, 150 - 36010 Zanè(VI) - Italy - Tel. 39 0445 318318 - Fax 0445 318300 - E-mail:info@faizane.com - C.F. & P.IVA 00731010245 VI116-10474 Cap. Soc. Interamente Versato
Privacy policy - Cookie policy

WITH BY Sun-TIMES