Düsseldorf wire® and Tube 2018 : intervista a Friedrich-Georg Kehrer

In vista delle fiere internazionali wire® e Tube – ancora una volta presso il centro espositivo di Düsseldorf dal 16 al 20 aprile 2018 – Friedrich-Georg Kehrer, direttore generale del portafoglio metalli e tecnologie di flusso alla Messe Düsseldorf, ci offre una panoramica di ciò che i visitatori possono aspettarsi agli spettacoli.

Cosa c’è di nuovo nelle principali fiere mondiali per fili, cavi e tubi nel 2018?
“Come prima, le due fiere numero uno nei loro settori occuperanno 16 padiglioni espositivi, mappando l’intero spettro. Essi riguarderanno la produzione e la finitura dei cavi, l’automazione dei processi, l’ingegneria di misurazione e controllo, le tecnologie dei cavi, la produzione e la lavorazione dei tubi, le materie prime, il commercio di materie prime, le tubazioni, la tecnologia OCTG, i profili, i macchinari pre-utilizzati e i tubi di plastica.

Ci sarà anche spazio sufficiente per ulteriori specifiche e tecnologie applicate, e ovviamente Industry 4.0 continuerà sicuramente a determinare il corso delle due fiere. Daremo il benvenuto a oltre 70.000 visitatori specializzati in quei cinque giorni e ci aspettiamo di vedere l’intero mondo professionale di nuovo venire a Düsseldorf.

La novità è la disposizione del padiglione. La sezione meridionale del nostro centro espositivo sarà estesa verso il Reno, comprendendo la futura Hall 1 e quindi una nuova area d’ingresso meridionale, inondata di luce, come caratteristica dominante, guardando verso il centro della città. Questo è il motivo per cui il filo 2018 si terrà nei padiglioni dal 9 al 16 e le parti del padiglione temporaneo 18, mentre Tube coprirà i padiglioni 3-7, 16 e 17, così come le parti del padiglione temporaneo 18. Significa che il padiglione 16 forma un’area di transizione e interfaccia tra il filo 2018 e il tubo 2018. Oltre agli ingressi meridionale, orientale e settentrionale, ci sarà un ingresso temporaneo nella Hall 17. Gli autobus navetta serviranno a tutti e quattro gli ingressi. ”

Quale sarà l’enfasi principale nelle varie sale?
“Per i cablaggi, i padiglioni 9-14 e parte del padiglione 16 si concentreranno sulle macchine a filo e cavo, sulla produzione di fili e cavi e sulle tecnologie commerciali e in fibra di vetro. Il padiglione 13 metterà l’accento sulle saldatrici a rete e sulla tecnologia di produzione di molle. Il padiglione 15 presenterà le tecnologie di connessione e di fissaggio e l’adiacente Hall 16 avrà una sezione intitolata “Meet China’s Expertise”.

Questa sezione ha dimostrato la sua validità in passato ed è stata nuovamente richiesta dai nostri espositori cinesi che vogliono presentare i loro prodotti innovativi in ​​un’area compatta e gestibile, all’interno di un’unica sala. La produzione di tubi, i profili e il commercio dei tubi saranno presenti nei padiglioni 3, 4, 7 e 16. La formatura dei metalli per tubi sarà presentata nel padiglione 5 e le macchine per la lavorazione dei tubi nei padiglioni 6 e 7a. Piante e macchinari saranno esposti nel padiglione 7a, mentre i padiglioni 16 e 17 riguarderanno gli accessori per tubi. I profili saranno presentati nei padiglioni 3 a 7a e nei padiglioni 16 e 17. Gli espositori di China’s Tube occuperanno anche il padiglione 16. Anche se i due gruppi cinesi condivideranno la stessa sala, occuperanno diverse sezioni al suo interno. ”

Come vengono effettuati i due eventi dall’economia globale?
“Nonostante le varie crisi globali degli ultimi anni, l’intero settore sta vivendo un boom globale. È un clima economico che incoraggia gli investimenti, non solo in Europa. Consistenti somme di denaro vengono investite in progetti infrastrutturali, nell’edilizia e nell’industria automobilistica nel sud-est asiatico, in alcuni paesi dell’America del Sud e in alcune parti dell’Africa.

Anche l’economia tedesca è in pieno boom da un certo numero di anni. Le famiglie private stanno aumentando il loro consumo e l’industria delle costruzioni sta traendo vantaggio dalla tendenza di molti tedeschi a costruire le proprie case. L’aumento delle esportazioni ha portato a un prodotto nazionale lordo più elevato.

Le industrie dei cavi, dei cavi, delle tubature e dei tubi stanno svolgendo ruoli importanti in tutto questo. Siamo quindi ottimisti sulla primavera 2018 e abbiamo già registrato un buon numero di registrazioni, oltre quattro mesi prima delle fiere. Anche in questa fase, quindi, i dati di registrazione sono convincenti. il filo 2018 ha attualmente un’occupazione netta di circa 65.000 m2. Finora sono stati registrati 1.120 espositori, provenienti da 50 paesi (a partire da novembre 2017). Tube ha finora attratto 794 espositori provenienti da 46 paesi, con uno spazio netto di circa 48.000 m2 (a novembre 2017). ”

C’è stato un cambiamento nei paesi di provenienza degli espositori e dei visitatori?
“I nostri Paesi più forti espositori e visitatori nel 2018 continueranno ad essere i nostri vicini europei, anche se ci sono anche molte società straniere. Gli espositori più rappresentativi di wire e Tube provengono dall’Italia, dal Regno Unito, dalla Francia, dalla Turchia, dai Paesi Bassi, dal Belgio, dalla Spagna, dalla Svizzera, dalla Svezia, dall’Austria, dalla Polonia e dalla Germania. Molti degli espositori esteri provengono da Stati Uniti, India, Taiwan, Corea del Sud e Cina. Ci aspettiamo circa 70.000 visitatori professionali nei cinque giorni.

La maggior parte dei visitatori della fiera arriverà dai maggiori Paesi di produzione e consumatori, come Italia, Belgio, Regno Unito, Francia, Paesi Bassi, Spagna, Svizzera, Austria, Russia, Turchia e Germania. Ci aspettiamo anche un numero crescente di visitatori esperti provenienti da oltreoceano, inclusi Stati Uniti, Brasile, India e Cina”.

© FAIZANE' s.p.a.Via Monte Pasubio, 150 - 36010 Zanè(VI) - Italy - Tel. 39 0445 318318 - Fax 0445 318300 - E-mail:info@faizane.com - C.F. & P.IVA 00731010245 VI116-10474 Cap. Soc. Interamente Versato
© FAIZANE' s.p.a. - il presente sito e tutti i contenuti, fotografie e materiale di download riportati, sono di proprietà esclusiva di Faizane s.p.a e ne è vietata la riproduzione senza esplicito consenso.